Feel Safe: Prevenzione Educazione e Terapia dei Minori

 

28 maggio 2014

Il lutto nell’infanzia e nell’adolescenza. Strumenti d’intervento.

Roma, 12-13 luglio 2014
Centro Congressi Cavour – Via Cavour 50/A  Roma
Il workshop risponde al bisogno di aiuto non solo di quei genitori che si trovano nella drammatica situazione di dover comunicare ai propri figli la morte del papà, della mamma, di un nonno o di una persona centrale per la vita del bambino, ma risponde anche al bisogno dei professionisti della salute e di tutte quelle figure che si prendono cura dei bambini e che si trovano a dover gestire le loro reazioni emotive.

Ci rivolgiamo agli insegnanti, educatori, pediatri, infermieri, psicologi e genitori  che possono trovarsi nella condizione di dover gestire un evento di perdita traumatica nella vita di un bambino fornendo loro un’adeguata conoscenza delle reazioni prevedibili nel breve, medio e lungo termine.
Le due giornate di lavoro sono state ideate e strutturate per approfondire la conoscenza delle reazioni ad un  lutto in età evolutiva.  Spiegare e parlare della morte a un bambino è uno dei compiti più complessi per un adulto. Spesso davanti a tale difficoltà, gli adulti preferiscono il silenzio  inconsapevoli che privando i bambini di tale esperienza si possono produrre dei disturbi profondi nella crescita. La morte, soprattutto se improvvisa e traumatica, di una persona cara è sempre un evento critico che interrompe in modo violento il corso normale della vita, provoca uno shock emozionale e uno stato di emergenza psicologica che destabilizza le capacità di risposta dell’individuo e del gruppo familiare. Adattarsi alla nuova realtà  richiede molto tempo, tuttavia le persone  possono ricevere un valido supporto nella gestione della sofferenza e dell’angoscia generate dal lutto. I lutti non risolti costituiscono, un fattore di rischio per uno sviluppo sano dell’attaccamento e per lo strutturarsi di altre patologie..
L’obiettivo del workshop è quello di fornire strumenti utili per aiutare  il bambino nelle varie fasi del lutto che vanno dalla comunicazione della notizia al supporto necessario  per facilitare l’elaborazione adattiva e fisiologica della perdita. Tali interventi avranno un significato preventivo rispetto al rischio che il processo del lutto si blocchi
con esiti psicopatologici prolungati.

.. dà voce alla sofferenza, il dolore che non parla imprigiona il cuore e lo fa schiantare.

W. Shakespeare

 

 

scarica il programma


 

Programma 12-13 luglio 2014 - ore 8.30 - 18.30

SABATO 12 LUGLIO 2014

8.30     Registrazione dei partecipanti
9.00     Presentazione del workshop
9.15     Antonio Onofri  
Psichiatra, Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale, Didatta SITCC, Supervisore EMDR. Presta servizio presso il Servizio Psichiatrico di Diagnosi e Cura, Ospedale. Titolare dell’Ambulatorio per lo Studio e il Trattamento dei Disturbi da Stress Post-Traumatico.

  • Il processo del lutto
  • Lutto e teoria dell’attaccamento
  • Lutto e teoria dello stress

11.00     coffee break

  • Le fasi del lutto nell’adulto
  • Indicatori di lutto irrisolto
  • La trasmissione transgenerazionale dei lutti non risolti
  • Lutti materni e attaccamento disorganizzato

13.00     lunch break

14.00    Rita Russo
Psicologa – Psicoterapeuta Sistemico-Relazionale e Cognitivo-Evoluzionista. Formata al Critical Incident Stress Management e all’Assistenza psicologica ai familiari in caso di lutto traumatico Istituto Europeo di Psicotraumatologia e Stress Management.
Autore del libro sul lutto nell’età  evolutiva “Tu non ci sei più ed io mi sento giù”

  •  Il lutto nell’infanzia e nell’adolescenza:
  •   Le fasi del lutto nell’infanzia
  •   Come parlare della morte ai bambini
  •   Reazioni dei bambini alla perdita di una persona cara

16,00  coffee break

16.15  Claudia Ravaldi
Psichiatra e Psicoterapeuta Cognitivo Comportamentale, Professore a contratto Università degli Studi di Firenze, Presidente Associazione CiaoLapo Onlus per la ricerca ed il sostegno psicologico nel lutto perinatale, Presidente Associazione Matermundi, per una femminilità consapevole ed il benessere di donna e bambino.

  • Lutto perinatale: dalla parte dei bambini

17.00   Rita Russo, Anna Rita Verardo

  •  Come spiegare il suicidio a bambini e ragazzi
  •  Genitori e malattie a rischio di vita: come parlare ai figli della propria malattia

DOMENICA 13 luglio 2014

9.00    Anna Rita Verardo
Trainer certificato EMDR Europe. Membro comitato europeo per l’applicazione dell’EMDR a bambini ed adolescenti. Autore del libro sul lutto nell’età  evolutiva “ Tu non ci sei più ed io mi sento giù”, Responsabile clinico FeelSafe

  •  Indicatori di irrisoluzione di un lutto nei bambini e negli adolescenti.
  •   Il ritorno a scuola del bambino che ha subito un lutto.
  •   Strumenti per accompagnare l’elaborazione del lutto in una classe.
  •   Come vivono il dolore gli studenti.
  •   I segnali di lutto bloccato: reazioni fisiologiche e reazioni patologiche.

11,00  coffee break

11,15

  •  Reagire ad una morte collegata alla scuola: il  trauma vicario
  • Attività per affrontare le emozioni legate alla perdita
  • Possibili esiti psicopatologici di un lutto bloccato: riconoscere i segnali del disturbo post traumatico da stress nell’età evolutiva

13.00     lunch break

14.00    Rita Russo

  • Assistenza ai familiari nella fase acuta del lutto
  • Le reazioni emotive dei caregivers
  • Le reazioni emotive delle figure professionali

16,15 – 17,00 Dibattito e chiusura lavori

 

E’ possibile riservare il lunch break delle ore 13,00 a 10 euro presso il C.C. Cavour prenotando, dopo aver ricevuto la mail di conferma dell’avvenuta iscrizione .