Feel Safe: Prevenzione Educazione e Terapia dei Minori

 

Per genitori

Come posso essere un buon padre o una buona madre?
Come potrò costruire una buona relazione con il mio bambino e aiutarlo nel suo sviluppo?
Come posso evitare di trasmettere le mie esperienze traumatiche infantili al mio bambino?
Come potrò distinguere i miei bisogni dai suoi bisogni?

Nel diventare genitori, portiamo con noi elementi del passato che influenzano il nostro modo di entrare in relazione con i nostri figli. Il modo in cui ci comportiamo come genitori è determinato da ciò che ci portiamo dietro dalla nostra esperienza passata come figli: le reazioni emotive nei confronti dei nostri bambini possono essere la conseguenza di una riattivazione di esperienze e vissuti emotivi non completamente elaborati e dare origine ad azioni impulsive e comportamenti che disorientano il bambino, impedendogli di apprendere strategie appropriate per interpretare e gestire in maniera funzionale gli eventi di vita. La genitorialità rappresenta un momento molto importante della vita, ma risveglia molte paure e interrogativi:

Come posso essere un buon padre o una buona madre?
Come potrò costruire una buona relazione con il mio bambino e aiutarlo nel suo sviluppo?
Come posso evitare di trasmettere le mie esperienze traumatiche infantili al mio bambino?
Come potrò distinguere i miei bisogni dai suoi bisogni?

 

Il progetto Feel Safe prevede:

  • Incontri di valutazione sulle reazioni emotive della coppia genitoriale durante i momenti peculiari di vita del bambino (come la fase del sonno e quella dell’alimentazione), o durante l’espressione di un bisogno del piccolo (per esempio attraverso il pianto).
  • Osservazione di video d’interazione della diade in sessioni individuali.
  • Individuazione dei segnali d’interazione disfunzionale del bambino con il genitore.
  • Help-line telefonica tra consulente e coppia genitoriale.

Inoltre, è prevista anche la possibilità di un intervento di psicoterapia per i genitori.

 

Per genitori adottivi

Oltre alle difficoltà e agli interrogativi che si presentano nell’intraprendere il difficile cammino del diventare genitori, nel caso delle adozioni è necessario confrontarsi anche con le esperienze precedenti del bambino.

Tali esperienze – che spesso non si conosco neanche completamente – frequentemente sono traumatiche, legate a relazioni (con i genitori biologici, con i precedenti genitori affidatari/adottivi o con le figure presenti negli istituti) caratterizzate da un attaccamento insicuro o, più frequentemente, disorganizzato, e che possono essere caratterizzate da veri e propri vissuti di deprivazione affettiva, a volte con forme di deperimento fisico.

Le storie di questi bambini, inoltre, sono spesso caratterizzate da continue rotture relazionali con le diverse figure di attaccamento, che portano a una frammentazione dell’esperienza e a un’interruzione del senso di continuità del Sé. Tali vissuti comportano importanti difficoltà relazionali, che possono mettere a dura prova i genitori adottivi, con un elevato rischio di riattivare in loro precedenti esperienze relazionali traumatiche non elaborate.

Alcuni consigli utili su come relazionarsi ai bambini adottati sono disponibili qui.
Maggiori informazioni sugli interventi e la psicoterapia offerta da Feel Safe ai bambini adottivi e alle loro famiglie sono invece disponibili in questa pagina.

 

Prima dell’adozione proponiamo:

  • Incontri formativi, presa in carico delle aspettative e delle paure dei genitori adottivi.
  • Raccolta delle informazioni sulla storia familiare del genitore e sullo sviluppo dell’attaccamento nei primi anni di vita, attraverso la somministrazione dell’Adult Attachment Interview e della PDI (Parent Development Interview).
  • Valutazione della coppia genitoriale, ed eventuale psicoterapia per la risoluzione dei traumi, con l’EMDR come metodo di elezione.


Dopo l’adozione proponiamo:

  • Incontri formativi, presa in carico delle aspettative e delle paure di genitori e figli adottivi.
  • Incontri di valutazione sulle reazioni emotive della coppia genitoriale durante i momenti peculiari di vita del bambino/ragazzo (ad esempio, durante la fase del sonno e dell’alimentazione, durante l’espressione di un bisogno, o durante l’inserimento in contesti sociali nuovi).
  • Individuazione dei segnali d’interazione disfunzionale del bambino/ragazzo con il genitore; comprensione e risoluzione di tale interazione disfunzionale attraverso:
    • Sessioni di video-feedback;
    • Help-line telefonica tra un consulente designato e la coppia genitoriale;
    • Psicoterapia per la risoluzione dei traumi e l’elaborazione di relazioni d’attaccamento insicuro o disorganizzato con il metodo  EMDR, sia per i genitori adottivi che per il figlio.
    • Eventuale presa in carico farmacologica del bambino/ragazzo, in caso di comportamenti altamente disfunzionali che potrebbero esporlo ad ulteriori traumi (ad es. esclusione dal gruppo dei pari, allontanamento dalla scuola, rifiuto da parte dei pari o degli insegnanti, comportamenti ambivalenti da parte dei genitori adottivi).
    • Valutazione dello stile di attaccamento del bambino con la madre e/o il padre adottivo, dopo almeno 9-12 mesi dall’adozione.
 

Per genitori che aspettano un bambino

Il periodo precedente la nascita di un bambino rappresenta per i futuri genitori un momento di profondi cambiamenti, fisici e psicologici. Per rispondere alle paure e agli interrogativi che la genitorialità risveglia, il progetto Feel Safe offre un preciso programma già prima della nascita del bambino.

 

 

Prima della nascita del bambino proponiamo:

  • Incontri formativi prima e dopo la nascita o l’adozione, presa in carico delle aspettative e delle paure del genitore.
  • Raccolta delle informazioni sulla storia familiare del genitore e sullo sviluppo dell’attaccamento nei primi anni di vita, attraverso la somministrazione dell’Adult Attachment Interview (AAI) e della Parent Development Interview (PDI).
  • Valutazione della coppia genitoriale ed eventuale psicoterapia per la risoluzione dei traumi, con l’EMDR come metodo di elezione.

Il programma Feel Safe prevede anche un intervento specifico per genitori in attesa di un figlio, rivolto in particolar modo alle donne che stanno per diventare madri.