Feel Safe: Prevenzione Educazione e Terapia dei Minori

 

25 novembre 2014

Master di Psicotraumatologia dell’Età Evolutiva

Restituire l’infanzia all’infanzia.

Roma Aprile – Luglio 2015 e Torino Settembre – Dicembre 2015

master psicotraumatologia

 

Gli eventi a potenziale esito traumatico, vissuti in età evolutiva, rappresentano un fattore di rischio importante nell’etiopatogenesi e nel mantenimento di molte forme psicopatologiche. I dati presenti nella letteratura scientifica confermano che maltrattamenti, abusi, trascuratezza emotiva, lutti in età infantile, possono infatti evolvere in manifestazioni sintomatologiche, fonte di sofferenza soggettiva e relazionale.

Sono previste 10 giornate di lezione (ore 9.30 – 18.30), per un totale di 80 ore, comprese le esercitazioni, organizzate in 5 weekend intensivi .

50 crediti ECM concessi.

(sabato e domenica) nelle sedi di Roma in Via Carlo Poma 2  (Aprile – luglio 2015) e Torino (Settembre – dicembre 2015).

Il Master è aperto a Psicologi, Medici e ai laureandi.

Recenti ricerche epidemiologiche mostrano come questo tipo di esperienze rappresentino oltre la metà dei maltrattamenti subiti nel corso dello sviluppo, e che dunque possiamo parlare di una vera e propria “epidemia nascosta” (Lanius, Vermet ten, Pain, 2012).

Scarica il programma completo.


Obiettivi del Master di Psicotraumatologia dell'Età Evolutiva

 

L’obiettivo del Master di Psicotraumatologia dell’Età Evolutiva è quello di fornire ai partecipanti una panoramica approfondita sulle attuali conoscenze cliniche e terapeutiche nell’ambito dell’attaccamento e del trauma, a partire da un inquadramento teorico per poi giungere alle applicazioni cliniche. In particolare verrà posta l’attenzione sui diversi aspetti (neurobiologico, psicopatologico e psicoterapico) dell’intero spettro della patologia post-traumatica, da quella innescata da eventi acuti a quella caratterizzata da traumi relazionali precoci, approfondendo nello specifico:

  • la conduzione della raccolta anamnestica, l’individuazione e la lettura della sintomatologia attuale e degli indici di dissociazione, tramite l’identificazione delle memorie somatiche implicite e procedurali legate al trauma, il riconoscimento di indicatori clinici “atipici” ed intervenendo sulla modulazione dell’iper/ipoarousal;
  • la comprensione e la concettualizzazione del caso;
  • l’acquisizione delle competenze per la strutturazione di una relazione terapeutica efficace con il bambino e con i genitori (ad es. gestione e modulazione dell’assetto terapeutico, risoluzione delle rotture dell’alleanza, ecc.);
  • la pianificazione del trattamento e l’implementazione dei principi fondamentali delle tecniche di intervento terapeutico nell’ambito dei disturbi traumatici;
  • l’applicazione clinica delle conoscenze acquisite in contesti diversi (ad es. adozione, gestione del lutto infantile, disturbi dello sviluppo, ecc.).

Sono previste 10 giornate di lezione (ore 9.30 – 18.30), per un totale di 80 ore, comprese le esercitazioni, organizzate in 5 weekend intensivi (sabato e domenica) nelle sedi di Roma (Aprile – luglio 2015) e Torino (Settembre – dicembre 2015).

Il Master è aperto a Psicologi, Medici e ai laureandi.

 

Programma del Master di Psicotraumatologia dell'Età Evolutiva.

Programma dettagliato, ad ogni modulo sono previste esercitazioni pratiche in piccoli gruppi.

• Il ruolo del trauma nello sviluppo del bambino: il contributo della teoria dell’attaccamento. Inquadramento teorico e esemplificazioni cliniche.
• Strumenti per l’individuazione dei correlati neurofisiologici e comportamentali del disturbo post traumatico da stress e del disturbo traumatico dello sviluppo.
• La trasmissione intergenerazionale del trauma. Lettura clinica degli indicatori di rischio: la disregolazione emotiva.
• L’impatto delle Adverses Childhood Experiences (ACEs) sugli aspetti psicologici, biologici e neuroregolatori che mediano le malattie somatiche.
• Esperienze traumatiche infantili e ADHD: strumenti per la valutazione.
• Attaccamento e perdita: il lutto in età evolutiva. Modelli di intervento in fase acuta.
• Trame spezzate, parole non dette, storie violate.
• Traumi e fratture semantiche nella narrazione personale e familiare.
• Traumatizzazione, sintesi e realizzazione: i segnali nel/dal corpo.
• Guarire dalle ferite: il ruolo dell’EMDR nell’infanzia e nell’adolescenza
• Dalla raccolta anamnestica alla concettualizzazione del caso in età evolutiva: individuazione del piano di lavoro. Intera giornata dedicate alle esercitazioni pratiche in piccoli      gruppi di supervisione.

PROGRAMMA 

Sab. 11 Aprile Prof. Gianni Liotti
Il ruolo del trauma nello sviluppo del bambino: il contributo della teoria dell’attaccamento. Inquadramento teorico e esemplificazioni cliniche. Esercitazioni pratiche in piccoli gruppi.

Dom .12 Aprile Dott. Fabio Monticelli
I sistemi motivazionali nel dialogo clinico. Esercitazioni pratiche in piccoli gruppi.

Sab. 23 Maggio Dott.ssa Isabel Fernandez
Guarire dalle ferite: il ruolo dell’EMDR nell’infanzia e nell’adolescenza. Esercitazioni pratiche in piccoli gruppi.

Dom. 24 Maggio Dott. Antonio Onofri e Dott.ssa Rita Russo
Attaccamento e perdita: il lutto in età evolutiva, modelli di intervento in fase acuta. Esercitazioni pratiche in piccoli gruppi.

Sab. 06 Giugno Dott.ssa Maria Zaccagnino
La trasmissione intergenerazionale del trauma, lettura clinica degli indicatori di rischio: la disregolazione emotiva. Esercitazioni pratiche in piccoli gruppi.

Dom. 07 Giugno Dott.ssa Anna Rita Verardo e Dott. Sergio Facchini
L’impatto delle Adverses Childhood Experiences (ACEs) sugli aspetti psicologici, biologici e neuroregolatori che mediano le malattie somatiche. Esercitazioni pratiche in piccoli gruppi.

Sab. 04 Luglio Dott. Giovanni Tagliavini
Traumatizzazione, sintesi e realizzazione: i segnali nel/dal corpo. Esercitazioni pratiche in piccoli gruppi.

Dom. 05 Luglio Prof. Fabio Veglia
Trame spezzate, parole non dette, storie violate. Traumi e fratture semantiche nella narrazione personale e familiare. Esercitazioni pratiche in piccoli gruppi.

Sab. 18 Luglio Dott.ssa Giada Lauretti
Esperienze traumatiche infantili e ADHD: strumenti per la valutazione. Esercitazioni pratiche in piccoli gruppi.

Dom. 19 Luglio Dott.ssa Anna Rita Verardo e Dott.ssa Maria Zaccagnino
Dalla raccolta anamnestica alla concettualizzazione del caso in età evolutiva: individuazione del piano di lavoro. Giornata dedicata alle esercitazioni pratiche in piccoli gruppi di supervisione.

Sede del Master : Via Carlo Poma 2 ( MM Lepanto )

Crediti ECM concessi : 50

Per maggiori informazioni

[email protected]
[email protected]
Tel.: +39 3895199707

Responsabili Scientifici:
Anna Rita Verardo e Maria Zaccagnino (Feel Safe)
Fabio Veglia (MIND)

Feel Safe: Prevenzione Educazione e Terapia dei Minori - mappa_feelsafe