Categorie: ,

I disturbi dissociativi di Anabel Gonzàlez Vàzquez

Diagnosi e trattamento

Circa 10 anni fa iniziai a dedicarmi in maniera specifica al trattamento di persone con diversi tipi di trauma. Lavoravo da vari anni come psichiatra e, ovviamente, avevo trattato pazienti con disturbo post-traumatico da stress. Tuttavia formulavo poche diagnosi di disturbo dissociativo e, nei casi in cui lo facevo, non possedevo criteri abbastanza definiti; si trattava piuttosto di una diagnosi per esclusione. Il concetto di stress post-traumatico complesso non rientrava nella mia cornice concettuale.

Tutto cambiò quando iniziai a lavorare con l’EMDR (Eye Movement Desensitization and Reprocessing), una terapia che offriva risultati molto buoni nel PTSD (disturbo post-traumatico da stress). Posto che l’EMDR deve essere utilizzato con prudenza nei pazienti gravemente traumatizzati o con dissociazione non rilevata con normali colloqui, iniziai a somministrare ai pazienti scale di valutazione per la dissociazione. E così i pazienti iniziarono a parlarmi di sintomi che fino ad allora non avevano riferito spontaneamente, e che non facevano parte della mia esplorazione psicopatologica abituale. Erano molte le persone che riferivano questi sintomi che, con mia sorpresa, durante gli anni erano passati completamente inosservati. Per citare un collega e amico, “la teoria precede l’osservazione”. E io fino ad allora non disponevo di una teoria adeguata per valutare e comprendere i disturbi dissociativi.

Da allora ho continuato ad approfondire il tema, ho avuto interminabili dibattiti con i miei colleghi, ho trattato molti pazienti, e credo che ancora mi rimangano migliaia di cose da apprendere. Nonostante ciò ho creduto necessario scrivere questo libro, per presentare ai lettori parte del cammino che ho percorso.

Spero che il risultato sia utile per i lettori. L’intenzione è che i terapeuti possano trarne idee chiare su come valutare la dissociazione nei loro pazienti e sugli aspetti generali del trattamento. L’approccio ai disturbi dissociativi non è una terapia, bensì l’integrazione di differenti punti di vista e orientamenti, che hanno in comune uno schema del processo terapeutico. Il lettore non dovrà abbandonare il paradigma con cui è solito lavorare, quanto piuttosto includerlo all’interno di questo schema generale.


28,00